Pays partenaires :

accueil site > Schede pedagogiche > Schede pedagogiche > Scuola Media > Vita nel giardino: vivo-non vivo

Vita nel giardino: vivo-non vivo
giovedì 31 Luglio 2008
Version imprimable de cet article Versione stampabile

JPEG - 60.3 Kb

Vita nel giardino: vivo-non vivo

FINALITA :

- Sapere classificare gli esseri viventi
- Sapere che il giardino, come ogni ambiente, è composto da:
componenti minerali (rocce, acqua, atmosfera gassosa)
altri esseri viventi (animali, vegetali)
manufatti dell’attività umana
- Sapere che la ripartizione degli esseri viventi nel giardino dipende dalle caratteristiche fisiche e chimiche di tale ambiente.

OBJETTIVI :

- Identificare nel giardino le componenti del vivo-non vivo
- Effettuare misure con un termometro, un luxmetro (per la luce), un igrometro (per l’umidità)
- Concepire un esperimento e interpretare i risultati

MATERIALE :

- Una scatola costruita con tre compartimenti che si possono illuminare
- Alcune decine di insetti, quali onischi, pirrocoridi raccolti nel giardino

Boite à 3 compartiments {JPEG}

SVOLGIMENTO DELLE SEQUENZE :

1- Distinguere vivo dal non-vivo Durante un’uscita nel giardino, osservare ed elencare i vari elementi che compongono questo ambiente (fauna, flora, rocce, tracce dell’attività umana…)

Classificare i vari elementi nella seguente tabella:

Tabella 1

2- Ricercare le varie caratteristiche dell’ambiente Indagare in situ utilizzando il termometro, il luxmetro e l’igrometro per misurare rispettivamente la temperatura, la luce e l’umidità in vari posti del giardino.
Indicare queste misure nella seguente tabella:

Tabella 2

3- Studiare la ripartizione degli esseri viventi in funzione dell’ambiente
- Osservare alcuni esseri viventi: non vengono divisi per caso.
Ad es. su una pietra non cresce la felce ma molto spesso i licheni.
- Fotografrare licheni su una roccia.
- Fare l’esperimento che metterà in evidenza le preferenze di un certo habitat per due artropodi: i pirrocoridi e gli onischi.
- Collocare la scatola con tre compartimenti vicino ad una sorgente luminosa per ottenere illuminazione variabile nei tre compartimenti.
- Collocare gli insetti nel compartimento mediamente illuminato.
Dopo venti minuti, contare quanti onischi, quanti pirrocoridi ci sono in ogni compartimento.
A partire da queste osservazioni quale ipotesi possiamo emettere a proposito della preferenza di un habitat da parte di questi artropodi?
- Presentarei risultati sotto formma di un diagramma con sbarre e verificare che i risultati confermino le ipotesi.

VALUTAZIONE :

Porterà sulla capacità dell’alunno di:

- identificare gli elementi dell’ambiente del giardino
- concludere che la loro ripartizione dipende dalle caratteristiche dell’ambiente (umidità, temperatura, illuminazione, presenza di terra) che corrispondono alle loro preferenze.


Jean-Michel Josse professeur de Sciences de la Vie et de la Terre, Lycée Français Charlemagne de Pointe Noire, Congo Brazzaville

Commenti
    Non vi sono commenti

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Un messaggio, un commento?
  • (Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

Chi sei? (opzionale)